Cote de Beaune, Nuits Saint Georges e i loro Premier

di Vinogodi 09/11/18
473 |
|
cote de beaune

Continua la nostra disamina sui Premier Cru di Borgogna con due zone che sanno offrire vini eccezionali: la Côte de Beaune e Nuits Saint Georges.

Sono aree apparentemente ai margini delle grandi denominazioni della Borgogna, con appeal relativamente meno luminoso rispetto ai colossi, ad esempio, di Vosne Romanée, Gevrey Chambertin e Chambolle Musigny. In realtà, repetita juvant, la capacità individuale dei super vigneron borgognoni hanno fatto assurgere alcuni cru a vini d’elezione qualitativa assoluta.

La Côte de Beaune dista soli 20 chilometri dalla Côte-de-Nuits tra Ladoix-Serrigny e la collina di Les Maranges. Il suo vigneto copre 30 ettari e produce 164.200 ettolitri di vino ogni anno. I suoi terreni variano a seconda delle pendenze, ma per lo più sono costituiti da calcari marnosi e marne, che conferiscono ai vini la loro finezza e complessità aromatica. Volnay e Pommard producono quasi esclusivamente vini rossi.

Il paese di Nuits-Saint-Georges si trova tra Digione e Beaune, nella Côte de Nuits. Questa Aoc comprende, oltre all’omonimo comune, il paese di Premeaux-Prissey. I vigneti sono quasi esclusivamente coltivati a pinot noir, ma esistono anche delle vigne di chardonnay. Non sono presenti Grand Cru ma Premier Cru di eccellenza. Pare che la mancanza di Grand Cru sia riconducibile al fatto che Henri Gouges, che si occupò delle classificazioni delle Aoc nel 1937, essendo viticoltore a Nuits, per non essere tacciato di favoritismi rinunciò a rivendicare l’assegnazione di alcuni Grand Cru per quest’area.

L’Aoc si divide in 41 Premier Cru. Data la diversità della composizione del terreno e dell’esposizione, i vini provenienti da due differenti zone, anche attigue, possono essere molto diversi tra loro. Oltre ai Premier Cru si trovano i vini che ricadono nella denominazione comunale Nuits-Saint-Georges. I vini di Nuits Saint Georges sono molto longevi e possono essere lasciati invecchiare parecchi anni prima di essere bevuti.

Non potendo essere esaustivi, ci siamo limitati a piccole gemme di straordinari vigneron che, alla cieca, più d’una volta hanno rivaleggiato con le più nobili denominazioni e classificazioni.

Beaune 1er Cru Vigne de L’Enfant Jesus 2015 Bouchard Pere & Fils

4 ettari in tutto, il cui nome è legato a quello del Re Sole. Sua madre, Anna d'Austria, lo donò al convento delle Carmelitane che le avevano predetto a breve la nascita del figlio tanto desiderato.

Incredibile e affascinante il colore rosso luminoso chiaro con leggerissime note violacee che denotano gioventù sfrontata. Paradigma dell’eleganza, è soave per profumi inebrianti di rosa macerata e fragoline di bosco, senza eccessi. Bocca quasi esile, di leggiadria unica, sorretta da acidità viva che lo sosterrà per decenni. Vino poetico.

Voto: 95/100

Prezzo : 120 Euro

 

Nuits Saint Georges 1er Cru Aux Murgers 2004 Méo Camuzet

Colore rosso vivissimo di cromatismo deciso. Integro, ha profumi di visciola e ciliegia matura, con solo profumo finale di lamponi e leggere note vegetali. Grintoso in bocca, leggera trama tannica verde, ampio e rigoroso.

Voto: 92/100

Prezzo: 130 Euro

 

 

 

Pommard 1er Cru Clos des Epeneaux 2001 Comte Armand

Rosso chiaro. Il naso è più orizzontale che verticale e si distende con un ventaglio ampio e variegato. Si esaltano frutti di sottobosco, classiche fragoline selvatiche e ribes, ma non mancano sentori fumé. La bocca è severa, impettita, con ampio sfoggio di una trama tannica fitta e ancora in divenire, pur non risultando mai fastidiosa, anzi, estremamente stimolante.

Voto: 93/100

Prezzo 180 Euro

 

 

Volnay 1er Cru Les Taillepieds 2009 Domaine de Montille

Rosso chiaro ma luminosissimo. Parte delicato al naso per poi esplodere come una bomba a frammentazione, mischiando florealità a estrema mineralità, quasi fosse un vino bianco travestito da rosso. Splendida la nota balsamica soffusa, le spezie nobili, la grande fittezza olfattiva. La bocca decisamente austera, impettita, di nobiltà antica. Pinot nero dalla classicità spiazzante e dalla prospettiva lunghissima.

Voto: 95/100

Prezzo: 120 Euro

 

 

Nuits Saint Georges 1er Cru Aux Boudots 1999 Méo Camuzet

Rosso ancora intenso, con leggerissime note granate. Il cromatismo impressionante già anticipa struttura ricca e nobile. Il naso è ben bilanciato fra note di frutta rossa di sottobosco e note terziarizzate di corteccia e humus. La bocca è diventata setosa e morbida, pur mantenendo vivacità acida estremamente piacevole.

Voto: 94/100

Prezzo: 250 Euro

 

 

 

Savigny Les Beaunes 1er Cru Les Narbantons 2001 Domaine Leroy

Rosso chiarissimo, quasi un cerasuolo. Naso intenso di incenso e tabacco dolce, balsamico come pochi, agrifoglio, amarena in confettura, cannella, cerfoglio. La bocca è seta pura, un drappo preziosissimo che accarezza il palato. Affascinante nella sua persistenza eterna.

Voto: 96/100

Prezzo: 1200 Euro

 

 

 

Nuits Saint Georges 1er Cru Les Boudots 2002 Domaine Leroy

Colore rosso vivo ma chiarissimo, etereo e soffuso. Il naso è ricco e sfaccettato, intenso per profumi orientaleggianti e di confetture di fragole e ribes, di spezie e cacao dolce. La bocca si apre serafica e carezzevole al sorso goloso, alla carezza un po’ indecente, alla freschezza e sapidità che ammaliano.

Voto: 97/100

Prezzo: 1500 Euro

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Vigne de L’Enfant Jesus 2015
Beaune 1er Cru
Bouchard Père & Fils 09/11/18 Vinogodi 4 ettari in tutto, il cui nome è legato a quello del Re Sole. Sua madre, Anna d'Austria, lo donò al convento delle Carmelitane che le avevano predetto a breve la nascita del figlio...
Leggi tutto
Aux Murgers 2004
Nuragus di Cagliari
Domaine Méo-Camuzet 09/11/18 Vinogodi Colore rosso vivissimo di cromatismo deciso. Integro, ha profumi di visciola e ciliegia matura, con solo profumo finale di lamponi e leggere note vegetali. Grintoso in bocca, leggera trama tannica...
Leggi tutto
Clos des Epeneaux 2001
Pommard 1er Cru
Comte Armand 09/11/18 Vinogodi Rosso chiaro. Il naso è più orizzontale che verticale e si distende con un ventaglio ampio e variegato. Si esaltano frutti di sottobosco, classiche fragoline selvatiche e ribes, ma non...
Leggi tutto
Les Taillepieds 2009
Volnay 1er Cru
Domaine De Montille 09/11/18 Vinogodi Rosso chiaro ma luminosissimo. Parte delicato al naso per poi esplodere come una bomba a frammentazione, mischiando florealità a estrema mineralità, quasi fosse un vino bianco...
Leggi tutto
Aux Boudots 1999
Nuits Saint Georges 1er Cru
Domaine Méo-Camuzet 09/11/18 Vinogodi Rosso ancora intenso, con leggerissime note granate. Il cromatismo impressionante già anticipa struttura ricca e nobile. Il naso è ben bilanciato fra note di frutta rossa di sottobosco...
Leggi tutto
Les Narbantons 2001
Savigny Les Beaunes 1er Cru
Domaine D’Auvenay Leroy 09/11/18 Vinogodi Rosso chiarissimo, quasi un cerasuolo. Naso intenso di incenso e tabacco dolce, balsamico come pochi, agrifoglio, amarena in confettura, cannella, cerfoglio. La bocca è seta pura, un drappo...
Leggi tutto
Les Boudots 2002
Nuits Saint Georges 1er Cru
Domaine D’Auvenay Leroy 09/11/18 Vinogodi Colore rosso vivo ma chiarissimo, etereo e soffuso. Il naso è ricco e sfaccettato, intenso per profumi orientaleggianti e di confetture di fragole e ribes, di spezie e cacao dolce. La bocca si...
Leggi tutto
Logo Bouchard Père & Fils
12/03/14 Redazione
Logo Domaine Méo-Camuzet
04/02/12 Redazione
Logo Comte Armand
24/02/12 Redazione
Logo Domaine De Montille
24/02/12 Redazione
Logo Domaine D’Auvenay Leroy
04/02/12 Redazione




Eventi

Novembre 2018
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
19
20
21
22
23
26
27
28
29
30
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL