Chassagne e Puligny, i Premier ma non solo

di Vinogodi 28/09/18
964 |
|
Montrachet panorama vigneti

Anche in questa zona, per quanto sia difficile contestare i Grand Cru, qualche eccezione si trova. Eccole qua

…qui sono leggermente in imbarazzo, perché è difficile l’eccezione in un’area considerata universalmente la patria elettiva dello chardonnay e dove esistono vertici qualitativi ineguagliati e ineguagliabili: parlo della celeberrima “Divina Collina” di Montrachet e dei suoi vassalli Grand Cru (Chevalieres, Batard, Bienvenues Batard e Criots Batard). Un mix di terroir, cultura, maestria, microclima che portano ad avere risultati irripetibili altrove.

Avere a portata di mano le grandi espressioni borgognone, per un appassionato, è come per un bimbo ritrovarsi in un negozio di giocattoli sterminato, dove lo sconcerto per quell’inaspettata opportunità e la voglia di provarli tutti prevale rispetto a un’analisi qualitativa razionale.

Inutile ribadire l’assoluta valenza dei vini della Divina Collina di Montrachet, uno dei pochi assiomi qualitativi che io conosca nel mondo del vino. Anche in questo caso, le variabili possono essere molteplici, dall’andamento climatico alla bravura personale (determinante) dei vigneron. Ma mai come in questo caso, la classificazione è stringente. Fa eccezione Meursault di cui si parlerà appositamente in una sezione a parte.

Esistono casi, nell’area presa in considerazione, dove la qualità di alcuni Premier o semplici Villages, in mano a produttori ispirati, rivaleggia con la buona parte parte di Grand Cru di vigneron … minori, e proprio qui vogliamo focalizzarci.

Chassagne Montrachet Monopole 1er Cru Clos de Murées 2002 Domaine Fontaine-Gagnard

Per questo Monopole in annata straordinaria il colore è giallo oro carico. I profumi sono maturi ma non scollinati, con decisa frutta matura, pesca bianca e melone, con civettuola e originale sfumatura di caffè. Bocca ampia, solenne, morbida pur mantenendo vivezza acida. Vino in piena maturità.

92/100

100 Euro

Puligny Montrachet 1er Cru Les Perrières 2008 Etienne Sauzet  

Dal colore giallo oro pallido, i profumi sono leggiadri di agrumi e fiori di campo, con leggera spina balsamica. La bocca tesa, equilibrata, di eleganza e finezza estremi.

93/100

150 Euro

Chassagne Montrachet 1er Cru Les Caillerets 2007 Domaine Ramonet

A 11 anni dalla vendemmia mostra solenne capacità d’invecchiamento. Giallo chiarissimo con riflessi verdolini. Profumato di mela renetta, con bouquet di fiori recisi in bella evidenza, poi susina gialla e tocco di zenzero. La bocca è piena e fresca, di grandissimo impatto, fresca.

94/100

180 Euro

Puligny Montrachet 1er Cru Les Pucelles 2008 Domaine Leflaive

Giallo canarino scarico. Impressiona uno spettro olfattivo di potenza inusuale, con pietra focaia, cioccolato bianco e lime. Bocca tesa ma solenne, potente, di ampiezza sorprendente in un bianco, di persistenza lunghissima.

95/100

250 Euro

Puligny Montrachet 1er Cru Les Folatières 2014 Domaine Leflaive

Giallo canarino pallido che contrasta con una forza sensoriale inaspettata. Intensissimo di profumi, con balsamicità spinta, cedro, susina gialla. In bocca mostra tensione acida estrema e gioventù sfrontata, che lascia interdetti per potenza espressiva. Solido nonostante la freschezza che dona beva estrema, impressiona per persistenza chilometrica.

95/100

250 Euro

Puligny Montrachet 1er Cru Les Folatières 2004 Domaine D’Auvenay Leroy

Monumentale fin dal colore oro intenso con luminosità straordinaria. I profumi sono d’incenso e di erbe officinali, timo, maggiorana e basilico. La bocca solenne, di potenza eccezionale, di persistenza interminabile, fra i più impressionanti bianchi in circolazione:

98/100

1800 Euro

Bourgogne Blanc 2002 Domaine Comte Georges de Vogüé

Continuiamo non con un Premier ma con quello che è un classico esempio di vino assolutamente non corrispondente alla classificazione, addirittura un generico Régionale, in realtà composto da Musigny Blanc da parte del maestro di Meursault, da vigne ritenute troppo giovani per la prestigiosa denominazione.

Il colore è giallo oro carico e già mostra consistenza e forza sensoriale. Bocca di frutta gialla matura, pesca e melone, ma anche passion fruit e susina. Bocca poderosa, morbida e pastosa, originalissimo

96/100

400 Euro

Puligny Montrachet Les Enseigneres 2004 Domaine Coche Dury  

Anche in questo caso, non un Premier ma un semplice Lieu Dit di uno dei sommi interpreti dei bianchi mondiali, forse il più grande e ispirato artigiano esistente. Giallo con ancora riflessi verdognoli, dal naso quasi perforante per intensità e variegatura. Polvere pirica, grafite, curcuma. La bocca stravolge ogni concetto di saturazione, aggredisce il palato e non lo molla per minuti interi.

97/100

800 Euro

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Clos de Murées 2002
Chassagne Montrachet Monopole 1er Cru
Domaine Fontaine-Gagnard 28/09/18 Vinogodi Per questo Monopole in annata straordinaria il colore è giallo oro carico. I profumi sono maturi ma non scollinati, con decisa frutta matura, pesca bianca e melone, con civettuola e originale...
Leggi tutto
Les Perrières 2008
Puligny-Montrachet 1er Cru
Etienne Sauzet 28/09/18 Vinogodi Dal colore giallo oro pallido, i profumi sono leggiadri di agrumi e fiori di campo, con leggera spina balsamica. La bocca tesa, equilibrata, di eleganza e finezza estremi.
Les Caillerets 2007
Chassagne Montrachet 1er Cru
Domaine Ramonet 28/09/18 Vinogodi A 11 anni dalla vendemmia mostra solenne capacità d’invecchiamento. Giallo chiarissimo con riflessi verdolini. Profumato di mela renetta, con bouquet di fiori recisi in bella evidenza,...
Leggi tutto
Les Pucelles 2008
Puligny-Montrachet 1er Cru
Domaine Leflaive 28/09/18 Vinogodi Giallo canarino scarico. Impressiona uno spettro olfattivo di potenza inusuale, con pietra focaia, cioccolato bianco e lime. Bocca tesa ma solenne, potente, di ampiezza sorprendente in un bianco, di...
Leggi tutto
Les Folatières 2014
Puligny-Montrachet 1er Cru
Domaine Leflaive 28/09/18 Vinogodi Giallo canarino pallido che contrasta con una forza sensoriale inaspettata. Intensissimo di profumi, con balsamicità spinta, cedro, susina gialla. In bocca mostra tensione acida estrema e...
Leggi tutto
Les Enseigneres 2004
Puligny-Montrachet
Domaine Coche-Dury 28/09/18 Vinogodi Anche in questo caso, non un Premier ma un semplice Lieu Dit di uno dei sommi interpreti dei bianchi mondiali, forse il più grande e ispirato artigiano esistente. Giallo con ancora riflessi...
Leggi tutto
Bourgogne Blanc 2002
Domaine Comte Georges de Vogüé 28/09/18 Vinogodi Continuiamo non con un Premier ma con quello che è un classico esempio di vino assolutamente non corrispondente alla classificazione, addirittura un generico Régionale, in realtà...
Leggi tutto
Les Folatières 2004
Puligny-Montrachet 1er Cru
Domaine D’Auvenay Leroy 28/09/18 Vinogodi Monumentale fin dal colore oro intenso con luminosità straordinaria. I profumi sono d’incenso e di erbe officinali, timo, maggiorana e basilico. La bocca solenne, di potenza eccezionale,...
Leggi tutto
Logo Domaine Fontaine-Gagnard
03/01/13 Redazione
Logo Etienne Sauzet
24/10/12 Redazione
Logo Domaine Ramonet
12/06/12 Redazione
Logo Domaine D’Auvenay Leroy
04/02/12 Redazione
Logo Domaine Leflaive
24/10/12 Redazione
Logo Domaine Comte Georges de Vogüé
25/02/12 Redazione
Logo Domaine Coche-Dury
04/04/11 Redazione




Eventi

Dicembre 2018
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL