Vigna del Duca di Cantine del Notaio

di Redazione 05/05/22
331 |
|
Cantine del Notaio panorama

Un piccolo casale in mezzo alle vigne, un tour emozionale, il Presepe animato. È quanto propone la famiglia Giuratrabocchetti, proprietaria delle Cantine del Notaio nel Vulture, in Basilicata.

A circa 3 km da Rionero in Vulture in una delle contrade più famose e tipiche della produzione dell’Aglianico del Vulture, si trova la tenuta Vigna del Duca di proprietà delle Cantine del Notaio: due ettari di vigneto e una casa colonica di recente ristrutturazione, dotata di ogni comfort. All’esterno della casa vi è un pergolato con glicine molto ben sviluppato e che dà decoro all’abitazione, così come un grande gelso posto in prossimità del fabbricato stesso. Il tutto è completato da un viale illuminato con lampioncini. Tutto intorno il vigneto. Come nelle altre vigne della proprietà, le varietà allevate sono l’Aglianico del Vulture per il 92%, mentre la parte restante è Moscato bianco.

Da qui è possibile raggiungere facilmente il vulcano estinto del Vulture per effettuare escursioni turistiche ed ammirare i laghi vulcanici di Monticchio, la chiesa benedettina di S. Ippolito e la badia di S. Michele Arcangelo. È anche possibile raggiungere le vicine Melfi (con il suo castello federiciano) e Venosa (patria di Orazio, sede delle catacombe ebraiche più grandi d’Europa e del Castello di Pirro del Balzo).

Senza andare troppo lontano, però, una visita in azienda va fatta, prenotando il tour emozionale. Vale la pena visitare il Presepe animato realizzato all’interno della cantina. Quest’opera è stata realizzata partendo da un’idea del titolare Gerardo Giuratrabocchetti ed è stata magistralmente realizzata da un artista locale, Edelmondo Paolella detto Mondino. Questo Presepe vuol raccontare la gente del Vulture con i suoi lavori, i suoi pensieri, i suoi dolori, le sue gioie, le sue speranze di riscatto e di salvezza. Accanto alla Sacra Famiglia, ci sono “quadri” dedicati alla vigna, alla cantina, alla bottega del bottaio. E poi la lucerna, la fontana e la lavandaia, la trattoria, lo spazzacamino, il cestaio… un’opera che va al di là del valore religioso legato al Natale per assumere un valore sociale atemporale. Un Presepe che vale da sola una visita. 

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

  • Super bianchi

    di Daniele Cernilli 26/09/22

    Con appena alle spalle la presentazione della Guida Essenziale ai Vini d’Italia 2023 (ieri e...

Eventi

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL