|Enomondo News

Enomondo News | Pubblicato in DoctorWine N°220

Ocm Vino, il Consiglio dei Ministri approva il decreto con le norme attuative

di Redazione 29-07-2017

ocm

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto sulle modalità attuative dell’Ocm Vino Promozione nei paesi terzi.

L’approvazione è avvenuta con deliberazione motivata per la mancata intesa raggiunta in Conferenza Stato Regioni, dove la sola Lombardia aveva votato contro (leggi qui e qui). Il decreto, che riguarda l’assegnazione dei fondi comunitari per la promozione del vino nei Paesi terzi per il 2017/2018, riguarda un budget complessivo di risorse gestite a livello nazionale e regionale di circa 102 milioni di euro. “Diamo così un quadro normativo più chiaro ai produttori che vogliono investire nella promozione sui mercati extraeuropei - ha commentato il ministro Maurizio Martina-. È uno strumento importante per rilanciare le esportazioni dei nostri vini, in un contesto che vede una concorrenza sempre più agguerrita. Dobbiamo riuscire a comunicare sempre meglio il patrimonio di varietà e qualità che rende uniche e distintive le nostre esperienze vitivinicole”.

COSA PREVEDE IL DECRETO

LE AZIONI

Sono ammissibili le seguenti azioni di comunicazione e promozione da attuare in uno o più Paesi terzi:

  • azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità
  • partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale
  • campagne di informazione, in particolare sui sistemi delle denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche e della produzione biologica vigenti nell'Unione
  • studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione

La promozione potrà riguardare:

  • vini a denominazione di origine protetta
  • vini ad indicazione geografica protetta
  • vini spumanti di qualità
  • vini spumanti di qualità aromatici
  • vini con l’indicazione della varietà

ENTITÀ DEL SOSTEGNO

L'importo del sostegno a valere sui fondi europei è pari al massimo al 50% delle spese sostenute per svolgere le azioni promozionali. Questo sostegno europeo può essere integrato con fondi nazionali o regionali.

Fonte: Cronache di Gusto

di Redazione 29-07-2017