|Ricette

Ricette | Pubblicato in DoctorWine N°232

Pasta patate e provola

di Antonella Amodio 28-10-2017

Pasta patate e provola

La pasta patate e provola, chiamata anche alla napoletana, è una preparazione che fa parte del patrimonio culinario campano. Rispetto alla classica ricetta italiana, prevede l'aggiunta di due ingredienti fondamentali, la provola e la pancetta dolce, il che ne fa un piatto ricco e gustoso. Proponiamo un abbinamento "provocatorio", fuori regione, con il Quercioli Reggiano Lambrusco Secco Doc Ermete Medici.

Ingredienti per 4 persone:

350 gr mezze maniche rigate trafilate a bronzo, 800 gr di patate, 50 gr di olio extravergine, 250 gr provola affumicata di Agerola, 100 gr di pancetta tesa dolce, qualche pomodorino, 1 costa di sedano, 1 cipolla bianca, 3 foglie di basilico, parmigiano reggiano q.b.,pPepe nero, sale

Preparazione:

Versare nel tegame l'olio extravergine, aggiungere la cipolla e il sedano tritati. Far soffriggere per qualche minuto e unire le patate sbucciate, lavate e tagliate a cubetti e la pancetta a tocchetti. Cuocere per circa cinque minuti. Trascorso il tempo, aggiungere i pomodorini (un paio tagliati a metà) e regolare di sale.

Aggiungere sufficiente acqua (circa due mestoli) per coprire la preparazione e lasciar cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti. Trascorso il tempo, aggiungere  altra acqua per cuocere la pasta e portare a bollore.

Unire le mezze maniche e le foglie di basilico. Cuocere rispettando il tempo di cottura al dente, riportato sulla confezione della pasta. Durante la cottura, se necessario, aggiungere altra acqua a piccoli mestoli mano mano che cuoce la pasta, come si fa col risotto.

A cottura ultimata spegnere il fuoco e unire la provola tagliata a pezzi, il pepe ed il parmigiano. Mescolare vigorosamente Mescolare fino allo scioglimento del formaggio. Attendere qualche minuto prima di impiattare, per consentire alla preparazione di "riposare" e legare tutti gli ingredienti.

Vino in abbinamento:

Quercioli Lambrusco Reggiano Secco Doc Ermete Medici

Quercioli Reggiano Lambrusco secco

Siamo di fronte a un vino rosso frizzante secco a fermentazione naturale. Rosso rubino vivace con spuma fine e ricca alla mescita. Profumo gradevole e persistente, con sentore di viola. Al palato è asciutto, fruttato, fresco, brioso e gradevolmente armonico.

Zona di produzione: Reggio Emilia, principalmente la Tenuta Quercioli.

Vitigno: lambrusco salamino e lambrusco marani, coltivati a cordone speronato su terreno argilloso.

Produzione: vino frizzante a fermentazione naturale. È un vino da bersi giovane (massimo un paio d'anni).

Gradazione alcolica: 11% vol.

Temperatura di servizio: 14-15° C

Abbinamenti consigliati: i piatti tipici della cucina emiliana.

QUESTA RICETTA E' OFFERTA DA MEDICI ERMETE

di Antonella Amodio 28-10-2017