|Vino del giorno

Vino del giorno | Pubblicato in DoctorWine N°243

Primitivo Chiaromonte per la Casa Bianca

di Stefania Vinciguerra 11-01-2018

Primitivo Tenuta Chiaromonte per la Casa Bianca

Donald Trump è astemio, ma i suoi ospiti no, e presto berranno il Primitivo della Tenuta Chiaromonte di Gioia del Colle.

Quando Nicola Chiaromonte ha visto arrivare l'ordine per 720 casse da sei, destinatario la Casa Bianca, probabilmente ha pensato a uno scherzo, ma l'ordine era vero. Uno dei buyer della casa presidenziale americana aveva avuto modo di assaggiare i vini prodotti dall'azienda pugliese in una cena organizzata dal loro importatore e immediatamente aveva deciso per quest'abbondante fornitura: 4.320 bottiglie suddivise tra due etichette della cantina: Il Mascherone, un Primitivo Igt Puglia molto semplice, di facile beva, e il Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto, Primitivo Doc Gioia del Colle, una delle etichette top dell'azienda, insieme al Primitivo Riserva.

La Tenuta Chiaromonte è a Gioia del Colle, nei territori che per primi hanno visto la nascita della Doc per il primitivo, poi è seguita Manduria, nel tarantino. A Nicola Chiaromonte piace stupire e provocare: le caratteristiche organolettiche esasperate, ma non fini a se stesse, che imprime ai propri vini sono uniche e descrivono come egli veda e come gli piaccia raccontare il proprio amatissimo territorio. Caratteristiche che presto potranno stupire gli ospiti di Donald Trump.

Tenute Chiaromonte
Titolare: Nicola Chiaromonte e Paolo Montanaro
Contrada Borgo Annunziata (Z.I.)
70021 Acquaviva delle Fonti (BA)
Tel. +39 080 768156
Fax +39 080 3050432
info@tenutechiaromonte.com
www.tenutechiaromonte.com
Facebook: tenutechiaromonte1
Anno di fondazione: 1998
Totale bottiglie prodotte: 100.000
Ettari di vigneto: 42
Ristorazione
Viticoltura biologica certificata
Produzione di olio

Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto 2015

Gioia del Colle Primitivo Doc

Tenute Chiaromonte
Punteggio - Regione Puglia
Categoria Rosso Nazione Italia

Da uve primitivo dei vigneti di Acquaviva delle Fonti. Affina in acciaio. Colore tipico davvero impenetrabile. Naso intenso con tamarindo e carruba in compagnia di note balsamiche terrose e speziature varie. Al palato è potente ma elegante...

di Stefania Vinciguerra 11-01-2018