|Vino del giorno

Vino del giorno | Pubblicato in DoctorWine N°195

Le api e il vino in Contrada Salandra

di Antonella Amodio 01-02-2017

Campi Flegrei è una denominazione relativamente giovane. Poco più di venti anni, ma ha alle spalle un lungo passato intrecciato da avvenimenti leggendari, storie di vino e narrazioni di miti.  L'area interessata alla Doc si sviluppa nella fascia nord ovest della provincia di Napoli, ed è tra le più felici per la coltivazione della vite. I fattori che determinano questa fortunata condizione sono dovuti al suolo vulcanico composto da lapilli, ceneri, pomici e tufi grigi e gialli, nonché al sole e alla brezza marina. Non a caso qui è presente una significativa quota di piante centenarie a piede franco, che hanno resistito all'attacco della fillosserra.

Poco distante dalla più antica colonia greca d'occidente, l'Acropoli di Cuma a Pozzuoli, Giuseppe Fortunato e sua moglie Sandra - apicultori per passione - producono falanghina e piedirosso su quattro ettari e mezzo di terreno, coltivati in regime biologico.

I vini che si ottengono sono esempi di espressione del territorio, derivati dalla cura certosina, dalla pazienza, dall'attenzione e dalla sensibilità, acquisite da Giuseppe nel tempo, vegliando sullo sviluppo delle api. Infatti, l'armonia dell'ecosistema naturale che regna in Contrada Salandra fa sì che i suoi vini siano dotati di una naturale eleganza e di un fascino particolare.

Pro-polis 2011

Campi Flegrei Piedirosso Dop

Contrada Salandra
Punteggio - Regione Campania
Categoria Rosso Nazione Italia

Piedirosso 100%. L'annata in questione, particolarmente buona, è frutto di selezione. Affinamento in acciaio. Rubino intenso, vivo. Note ematiche al naso, poi frutta rossa e pietra focaia. Buona l'acidità. Sapido, agile e intenso. Vino di...

di Antonella Amodio 01-02-2017