Domaine de Pierredon: Ai confini della Provenza

di Daniele Cernilli 18/04/17 0 | |

Il Domaine de Pierredon, in Provenza, propone una viticoltura biologica rispettosa non solo dell'ambiente ma anche della tradizione della zona. 

L’antica Provincia dei Romani, dominio imperiale precedente alla conquista della Gallia da parte di Giulio Cesare, è la vera sponda mediterranea della moderna Francia. Ed è anche la parte di quel paese che può vantare la più antica tradizione vitivinicola, precedente a quella sostanzialmente medievale della Borgogna e a quella totalmente romana di Bordeaux. L’Abbaye Sainte-Marie de Pierredon è del XIII secolo, sulle colline che la circondano i vigneti derivano da tradizioni millenarie e i vini rappresentano una cultura materiale quasi ancestrale per la zona. Non siamo così distanti da Avignone e dai suoi magnifici vini, e da Aix en Provence.

Saint-Remy de Provence è quasi a metà strada, vicino a Salon, e qui sembra che la coltura della vite sia una parte fondamentale del paesaggio e della tradizione popolare, insieme ai cipressi, agli uliveti e ai campi di lavanda.

Le vigne del Domaine de Pierredon  si estendono per 11 ettari, coltivati a grenache, cinsault, rolle (vermentino), merlot, cabernet sauvignon e syrah , tutte a conduzione biologica. La produzione totale è di 40.000 bottiglie all’anno. La consulenza enologica è affidata ad Antoine Durrbach, erede della famiglia che possiede il Domaine de Trevallon, forse la più famosa cantina della zona.

Ho assaggiato due vini, il Rolle del 2015 e il Merlot del 2013, e quelle che seguono sono i miei appunti di degustazione.

Domaine de Pierredon 
Famiglia Durrbach
1390 Mouries
+33 4890 184709
www.abbayedepierredon.com

Prodotti Correlati





Eventi

Aprile 2018
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL