|Note di Degustazione

Note di Degustazione | Pubblicato in DoctorWine N°191

Vulcanico, vivace e verticale: è il Lessini Durello

di Livia Belardelli 03-01-2017

Ogni volta che si pensa a una bollicina veneta un solo nome guizza immediatamente alla mente, Prosecco. E d’altronde il Prosecco, con i suoi milioni di bottiglie, inonda non soltanto il nostro Paese ma è la nostra bollicina più conosciuta all’estero. Eppure in Veneto, curiosando tra Verona e Vicenza, inerpicandoci sui Monti Lessini, oltre a un fantastico panorama, si trova una piccola Doc, sconosciuta ai più, ma che vale la pena di scoprire. Già assaggiato in diverse occasioni legate ai vini vulcanici, il Durello, così si chiama lo spumante da uva durella che cresce in queste zone, è tornato a bussare alla mia porta grazie al progetto Discover Durello di cui mi sono occupata per far conoscere a Roma questa bollicina alternativa, vulcanica e fresca.

Infatti la piccolissima denominazione è una nicchia vera nel panorama veneto se pensiamo che i 22 soci del Consorzio del Durello – nato nel 1997 l’anno prossimo compierà i suoi primi 20 anni – tutti insieme producono quanto una azienda medio-grande di Prosecco, ovvero circa 750.000 bottiglie. Ma soprattutto è un volto diverso del Veneto spumantistico fatto di vini verticali e affilati, dalle grandi acidità e una vena vulcanica che li rende unici nel loro genere e dotati di grande personalità.

L’uva durella nasce sui Monti Lessini su un suolo vulcanico di alta collina, ricco di tufi e basalti, ferro e magnesio che traducono nel vino caratteristiche di sapidità e freschezza. Sono coltivati a durella 366 ettari sulle colline veronesi e 107 ettari su quelle vicentine. La durella viene declinata sia in versione charmat – per uno spumante più fresco, fruttato e beverino – sia in versione metodo classico dove, attraverso una permanenza sui lieviti che in alcuni casi arriva fino ai 10 anni, raggiunge complessità e grande eleganza. Due esempi su tutti, il pas dosé riserva 80 mesi di Fongaro e l’AR di Marcato, tra le punte di diamante della denominazione.

Tra le aziende assaggiate anche altre due espressioni interessanti di questo spumante spigoloso ma di grande carattere: lo charmat lungo di Cantina di Soave e il metodo classico Le Macine di Vitevis.

Settecento33

Lessini Durello Doc

Cantina di Soave
Punteggio - Regione Veneto
Categoria Spumante Nazione Italia

Unico metodo charmat della batteria – da poco affiancato da un metodo classico in uscita in questo periodo - il Settecento33 di Cantina di Soave è una validissima alternativa al Prosecco. 100% durella. Nette e pulite le sensazioni tipich...

Metodo Classico Brut Le Macine

Lessini Durello Doc

Vitevis
Punteggio - Regione Veneto
Categoria Spumante Nazione Italia

Vitevis è una realtà cooperativa che conta 2.200 ettari di vigneto e circa 1.500 soci conferitori. Nella vasta produzione anche il Durello, sia in versione charmat che metodo classico. Le Macine è un metodo classico da uve durella 100% c...

Metodo Classico Riserva Pàs Dosè 2008

Lessini Durello Doc

Fongaro
Punteggio - Regione Veneto
Categoria Spumante Nazione Italia

Ben 80 mesi sui lieviti per questo spumante metodo classico che ha l’eleganza verticale di una grande bollicina. Da uva durella in purezza mostra al naso sensazioni floreali ed eleganti, agrumi e note di pietra focaia. La bocca è fresca,...

Metodo Classico AR 2006

Lessini Durello Doc

Marcato
Punteggio - Regione Veneto
Categoria Spumante Nazione Italia

Altra azienda di punta del Consorzio, Marcato produce uno spumante metodo classico che riposa sui suoi lieviti per ben 10 anni. AR sta infatti per Apertura Ritardata. Da uve durella con un saldo di pinot nero. Prodotto dotato di grande eleg...

di Livia Belardelli 03-01-2017