Lessona Omaggio a Quintino Sella, il vino dell’Unità d’Italia (2)

di Francesco Annibali 11/04/18 0 | |

Conclusione dell'intervista e degustazione verticale del Lessona Omaggio a Quintino Sella.

Prosegue oggi l'intervista iniziata ieri con Paolo Benassi, responsabile tecnico dell'azienda Sella.

DoctorWine®: Lessona, Bramaterra, Gattinara, ecc… tutti grandissimi vini, non c’è dubbio. Non c’è però il rischio di creare confusione nel consumatore? Non sarebbe meglio una Doc omnicomprensiva, ad esempio Sesia con indicazione di sottozone Sesia Gattinara, Sesia Bramaterra, ecc..? 

Paolo Benassi: Sono d’accordo. Occorrerebbe una denominazione unica, sul modello Borgogna. In questo modo daremmo un maggiore senso di unità, specificando al contempo tutte le sottozone comunali. Il nome della Doc dovrebbe avere un nome geograficamente forte, riconoscibile a livello internazionale. Una idea potrebbe essere Monte Rosa (anche Monterosa). 

DW: Il cambiamento meteorologico vi ha aiutato?

PB: Il 2011 è stata un’annata torrida in Italia e in Europa, con accenti di cottura in molti vini; anche il 2015 e il 2017 saranno ricordati fra i più caldi della storia, ma andando ad assaggiare i vini dell’Alto Piemonte proprio di quegli anni, stupiscono la freschezza sia di naso che di bocca. Nel 2017 abbiamo avuto almeno 4 settimane con temperature massime costantemente sopra 30°C, e 6 giorni consecutivi sopra 35°, ma la fruttuosità dei vini di quest’anno è stata di gran lunga superiore alle precedenti annate; da queste parti il nebbiolo inizialmente ha delle note verdi che col tempo tendono a sparire, tuttavia quest’anno i sentori di frutti rossi palesi fin da subito erano strabilianti, e anche le strutture in genere eleganti, mai invadenti. Nel 2017 e anche nel 2016 si sono espresse con una muscolatura decisamente più tonica ma anche estremamente armoniosa. Le gradazioni sono passate dai consueti 13-13,5% ai più mediterranei 14-14,5%. Le annate più asciutte hanno creato uve più sane, che a loro volta hanno lasciato al viticoltore la libertà di scegliere il momento di raccolta.

DW: Quali sono normalmente le condizioni climatiche della vostra zona?

PB: Le montagne prossime ai vigneti consentono delle escursioni termiche fra giorno e notte anche di 20°, con indubbio vantaggio per la sintesi e il mantenimento dei profumi, nonché per la sintesi e la maturazione dei polifenoli. Di contro vi è da annoverare l’estremizzazione degli eventi atmosferici cui abbiamo assistito negli ultimi anni: nel 2014 l’estate è stata molto fredda con una piovosità ben oltre la media; nel 2015 e nel 2017 la siccità ha severamente punito la quantità di uva raccolta; nel 2016 la grandine ha colpito i nostri vigneti per 6 volte, e 2 volte nel 2017; sempre nel 2016 ma soprattutto nel 2017 il gelo tardivo è stato feroce.

Per concludere, nel complesso vediamo degli indubbi vantaggi ma anche degli elementi d’inquietudine: la sua domanda ha centrato un aspetto molto importante della programmazione all’interno delle aziende vitivinicole dell’Alto Piemonte. Non sta scritto da nessuna parte che le zone maggiormente vocate di oggi lo siano anche in futuro.

Tutti i vini sono nebbiolo 85% e vespolina 15%. Fermentazione in acciaio. Affinamento in botti di rovere di Slavonia da 25 hl per 48 mesi.

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Omaggio a Quintino Sella 2009 Tenute Sella 11/04/2018 Francesco Annibali Rubino granato piuttosto scuro con riflessi rosa. Il naso è inizialmente ridotto, ma è solo un attimo, per poi aprire a note di pelliccia, acqua piovana, genziana, legno di quercia,...
Leggi tutto
Omaggio a Quintino Sella 2007 Tenute Sella 11/04/2018 Francesco Annibali Granato con unghia arancio di media copertura.  Bellissimo profumo di rosa appassita e radice, palato di attacco agrumato, tannino sottile, qualche limite di forza e finale un po’...
Leggi tutto
Omaggio a Quintino Sella 2006 Tenute Sella 11/04/2018 Francesco Annibali Granato rubino deciso. Ecco Lessona: legno di quercia, radice e chinotto, genziana. All'assaggio corposo e fresco al contempo, palato tannico con note di ardesia, finale profondo e saporito...
Leggi tutto
Omaggio a Quintino Sella 2005 Tenute Sella 11/04/2018 Francesco Annibali Rubino granato lieve con riflessi rosa. Molto umorale al profumo, inizialmente poco fine, poi olio di oliva e genziana. Palato con tannino granuloso, finale aspro, di erbe amare, un po’...
Leggi tutto
Omaggio a Quintino Sella 2003 Tenute Sella 11/04/2018 Francesco Annibali Granato arancione. Straordinario profumo di noci e arancio candito, pesca gialla e cola, su un fondo di genziana. Bocca corposa e agrumata, tannino finissimo, finale potente, pieno, in...
Leggi tutto
Tenute Sella 10/04/2018 Redazione La famiglia Sella discende da quel Quintino Sella che fu industriale tessile e ministro delle Finanze nel governo di Urbano Rattazzi. Proprio a lui hanno voluto dedicare il migliore fra i vini...
Leggi tutto

Articoli Correlati

  Prodotto Pubblicato il Autore Categoria Leggi
Lessona Omaggio a Quintino Sella, il vino dell’Unità d’Italia (1) 10/04/2018 Francesco Annibali Vertical tastings




Eventi

Aprile 2018
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL