Due cru a confronto: Vecchie Vigne e Fornace

di Riccardo Viscardi 15/03/17 0 | |

L’azienda Le Ragnaie è presente a Montalcino da tantissimi anni, ma fino all’avvento della famiglia Campinoti, noti imprenditori toscani, non aveva mai spiccato il volo. Riccardo Campinoti ne ha compreso le potenzialità e subito dopo l’acquisto, avvenuto nei primi anni 2000, ha iniziato un profondo rinnovamento delle strutture tecniche e del fustame, con botti di media capacità. Per le fermentazioni ha adottato il cemento. Ha anche incrementato il parco vigneti con un'acquisizione a Castelnuovo dell’Abate, una scelta atta a indagare le potenzialità di tutto il territorio ilcinese senza limitarsi alla zona intorno all’azienda, che è decisamente fresca e a quote elevate.

Un'idea interessante è stata quella di non modificare le fermentazioni e le macerazioni tra i due cru onde meglio comprendere quali siano le differenze che da questi territori si determinano nel vino, cercando di diminuire al massimo le variabili dipendenti dall’apporto e dal sapere dell’uomo. Ne risulta così uno stile molto caratteristico e coerente che attraversa tutta la produzione dell’azienda e che investe anche i vini diversi dal Brunello come il Rosso di Montalcino e un godibilissimo Chianti Colline Senesi che andrà a scomparire con la recente modifica al disciplinare, che permette di usare anche quei vigneti in alta quota per la produzione del Brunello.

L’azienda quindi produce due cru di Brunello, il Vecchie Vigne e il Fornace. Il Vecchie Vigne proviene dal vigneto più antico che si trova vicino la sede aziendale, nelle vicinanze del Passo del Lume spento: una zona ventosa molto fredda dove solo rese minimali e tanto impegno permettono di ottenere vini di una certa complessità. Obiettivo raggiunto dal prode Riccardo, soprattutto nelle annate più calde. Al contrario il Fornace, come si può arguire dal nome, è in una zona più calda con maturazioni e calore medio annuo molto più alto nel periodo dalla fioritura alla vendemmia, che risulta quindi decisamente anticipata rispetto al Vecchie Vigne.

L’idea di vinificazione è decisamente tradizionale con lunghe macerazioni e un'attenzione non spasmodica nella ricerca del frutto. Quello che è spasmodico è la ricerca della pulizia olfattiva e della qualità della trama tannica con l’idea di fare comunque sempre dei vini eleganti che seguano i due toni zonali: l’acidità nel Vecchie Vigne e il tannino nel Fornace.

In degustazione avevamo tre annate di Vecchie Vigne e tre di Fornaci. Due erano le stesse, la 2007 e la 2012, mentre avevamo la 2008 di Fornace e la 2009 di Vecchie Vigne.

I vini sono molto interessanti e rispecchiano fedelmente pregi e “difetti” delle varie annate, con un continuo confronto tra le varie caratteristiche vendemmiali tra i due cru. I commenti di alcune linci presenti alla degustazione dimostra che Montalcino “si fa bere da tutti ma capire da pochi” (come dicevano i miei due maestri).

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Vecchie Vigne 2007 Le Ragnaie 15/03/2017 Riccardo Viscardi Rubino tendente al granato. Olfatto su note fruttate classiche di ciliegia nera e marasca, un tocco di more su un substrato di tabacco. Gustativa equilibrata con il quadro acido in forma, ed è...
Leggi tutto
Vecchie Vigne 2009 Le Ragnaie 15/03/2017 Riccardo Viscardi Granato lucido. Olfatto su note leggermente fresche ma non fruttate, il tabacco biondo e il sottobosco autunnale sono molto evidenti. Fase gustativa che si aggrappa all’acidità con una trama larga...
Leggi tutto
Vecchie Vigne 2010 Le Ragnaie 15/03/2017 Riccardo Viscardi Rubino con tendenze granata brillanti. Olfatto vivo e fragrante su note di ciliegia che poi virano su erbe officinali e un tocco di tabacco. Ottima la gustativa raffinata nel tannino, viva...
Leggi tutto
Fornace 2007 Le Ragnaie 15/03/2017 Riccardo Viscardi Annata sopravvalutata dalla stampa straniera, nelle zone calde mostra qualche limite olfattivo che già vira su note di erbe secche, tabacco, cuoio e sottobosco estivo.  Gustativa densa, progressiva...
Leggi tutto
Fornace 2008 Le Ragnaie 15/03/2017 Riccardo Viscardi Un'annata sempre interessante, che al contrario fu massacrata dalla stampa estera, e che dimostra la sua bellezza invecchiando. Rubino granato. Olfatto con note ancora fruttate: una bella ciliegia,...
Leggi tutto
Fornace 2010 Le Ragnaie 15/03/2017 Riccardo Viscardi Una grandissima bottiglia, rubino granato brillante. Olfatto elegante ma intenso e persistente sulla classica marasca e ciliegia anche chiara, note di more e sottobosco primaverile. Gustativa di gran...
Leggi tutto




Eventi

Aprile 2018
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL