|In giro per cantine

In giro per cantine | Pubblicato in DoctorWine N°170

L'ambrosia di Salvatore Martusciello

di Antonella Amodio 10-08-2016

La vita è strutturata da tempi e da cicli, è costellata da appuntamenti che spesso cambiano il percorso dell'esistenza. Incontrare una persona in un determinato luogo, in un preciso momento non è un caso. Su questo modo di intendere la conoscenza del destino esistono diversi studi e teorie, ad esempio la biosofia (da bios + sophia = vita + conoscenza) studia l'esistenza umana scandita da fasce di età di sette anni: una sorta di manuale d'uso della vita, che indica i periodi di punta, gli intermezzi e le sfide da noi scelte. L'incrociarsi poi di amici, parenti, amori, colleghi, fa parte a sua volta del percorso settenario.
Salvatore Martusciello, per circa 4 settenari ha condiviso con la famiglia Martusciello l'azienda Grotta Del Sole, segnando il passo al comparto vinicolo campano, valorizzando vitigni e tipologie di vino dimenticati, restituendo loro dignità e storia. Oggi Salvatore, distaccatosi dalla famiglia  - ed essendo esperto come pochi del territorio flegreo e dell'area vesuviana - con sua moglie Gilda ha intrapreso un nuovo ciclo di vita. Il progetto porta il suo nome e produce vini estremamente territoriali, vini che sono "ambrosia del cielo", come li definì il poeta Chiabrera quando bevve per la prima volta i vini flegrei.
La piccola azienda si trova nel comune di Quarto e produce con attenzione maniacale circa 87.000 bottiglie l’anno con l'obiettivo di rimanere saldi e fedeli al territorio e con un'identità ben espressa. Salvatore cura tutto in prima persona e non delega nessuno nella gestione: conduce i vigneti, segue i conferitori e si occupa delle consegne per avere la possibilità di spiegare personalmente ai clienti le caratteristiche dei vini che ama come figli. Anche l’attribuzione dei nomi è frutto di ricerca e amore per il territorio: Settevulcani per il rosso Piedirosso e il bianco Falanghina, Ottouve per le tipologie di Lettere e Gragnano e Trentapioli per l' Asprinio di Aversa Spumantizzato. L'immagine che ne scaturisce è di richiamo alle radici, di dinamismo e coraggio.
È stato bello aver ascoltato Salvatore fare bilanci e trarre insegnamento dalla propria vita, ed è stato anche incoraggiante sentire la passione e la determinazione con le quali porta avanti il nuovo progetto. Non esistono manuali d'uso per la saggezza derivata dall'esperienza, non esistono scienza, studi o corsi per comprendere ciò che la vita ci riserva. A Salvatore e Gilda sento di fare i miei più sinceri e sentiti auguri.
 

Ottouve Rosso Frizzante 2015

Penisola Sorrentina Gragnano Doc

Salvatore Martusciello
Punteggio - Regione Campania
Categoria Rosso Nazione Italia

Da uve piedirosso, aglianico, sciascinoso al 60% e il restate 40% vitigni locali, allevati con il sistema a raggiera e spalliera. Affina in acciaio. Rubino vivo. Fragrante nei profumi di fragole, ribes rossi ed erbe di campo. Spuma leggera,...

Settevulcani Falanghina 2015

Campi Flegrei Doc

Salvatore Martusciello
Punteggio - Regione Campania
Categoria Bianco Nazione Italia

Da uve falanghina coltivata su sabbia vulcanica dei campi Flegrei. Dal colore oro e dai profumi freschi di cedro, foglia di limone e mela verde. All'assaggio è salato, verticale, di buona acidità. Finale lungo e con particolare nota di zo...

Trentapioli Spumante 2015

Asprinio d'Aversa Doc

Salvatore Martusciello
Punteggio - Regione Campania
Categoria Spumante Nazione Italia

Da uve asprinio d'Aversa coltivata nella tipica alberata nel comune di Casapesenna, nell'agro aversano. Luminoso colore giallo paglia per questo brut ottenuto con il Metodo Martinotti. La spuma è fine e persistente e i profumi ricordano il...

di Antonella Amodio 10-08-2016