|In giro per cantine

In giro per cantine | Pubblicato in DoctorWine N°174

Dorigo, ritorno alla sobrietà

di Riccardo Viscardi 08-09-2016

L’azienda viene fondata nel lontano 1966 da Girolamo Dorigo che la imposta con notevole cura per gli standard dell’epoca. Grande attenzione verso i vitigni autoctoni friulani e spazio alla ricerca sia in vigna che in cantina. Un'impostazione vincente che pone questa cantina tra le più importanti della rinascita del vino italiano a metà degli anni '80 e inizi anni '90.

Il vino più rappresentativo è il Montsclapade, un blend di stile bordolese, ma il lavoro dell'azienda si è concentrato dall'inizio soprattutto sul recupero di vitigni locali, cone il pignolo, un'uva rossa praticamente abbandonata prima della rinascita con la Dorigo, o i bianchi come il verduzzo e il picolit dai quali, come impone la tradizione, vengono prodotti due interessantissimi vini dolci di cui questa cantina è una grande interprete.

A cavallo degli anni 2000 la Dorigo ha avuto un leggero appannamento dovuto paradossalmente al suo stesso successo che prevede ingenti quote di mercato estero. Questo la portava a privilegiare stilisticamente il gusto in voga in quei Paesi. Soprattutto nella gamma dei bianchi, i vini diventarono decisamente muscolari anche se sempre ben fatti, in quanto tecnicamente questa cantina è sempre stata all’avanguardia.
Circa un anno fa ho incontrato la nuova generazione rappresentata da Alessio Dorigo e ho ripreso dei contatti che mi hanno portato a riassaggiare alcuni vini della gamma che sono un deciso passo avanti stilistico verso una maggiore sobrietà. Ho selezionato i due che mi hanno colpito maggiormente, un Blanc de Noir molto interessante e che veniva prodotto da tempi non sospetti (prima del boom delle bolle) e un classicissimo Picolit.

Blanc de noir Metodo Classico

Dorigo
Punteggio - Regione Friuli Venezia Giulia
Categoria Spumante Nazione Italia

Da uve pinot nero, vinificate in bianco. 60 mesi sui lieviti, sboccatura 2015. Paglierino carico con perlage affilato e fitto. Olfatto nitido su crosta di pane, leggero frutto scuro, note floreali e di sottobosco. Gustativa saporita, equili...

Picolit 2014

FCO Docg

Dorigo
Punteggio - Regione Friuli Venezia Giulia
Categoria Dolce Nazione Italia

Da uve picolit, appassite due mesi sui graticci. Fermentato in barrique nuove. Dorato brillante, mostra un olfatto complesso di mela cotogna, un tocco agrumato intenso anche candito, leggermente iodato, albicocche anche disidratate. Gustati...

di Riccardo Viscardi 08-09-2016